La peculiarità della pizza napoletana è dovuta soprattutto alla sua pasta che deve essere prodotta con un impasto simile a quello per pane, ossia di farina di grano tenero '00' e completamente privo di grassi, morbido ed elastico, lungamente lievitato per sviluppare molta anidride carbonica, steso a mano in forma di disco senza toccare i bordi che formeranno in cottura un tipico "cornicione" di 1 o 2 cm con alveolatura interna, mentre la pasta al centro sarà alta circa 3 mm. Un veloce passaggio in un forno molto caldo deve lasciarla umida e soffice, non troppo cotta. Condita con mozzarella fiordilatte di solo latte italiano e pomodoro pelato accompagnato a prodotti tipici della nostra tradizione, rigorasamente italiani, rendono le nostre pizze gustose e digeribili. Si sà mangiata al piatto è tutta altra cosa.